CST Uil Salerno

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • incrementa grandezza carattere
  • Default font size
  • Riduci grandezza carattere
Loading...
Domenica 14 Aprile 2013 18:00

Pillole di massime celebri

Scritto da  segreteria

 

pillole

 

  • O. Wilde: “La memoria è il diario che ciascuno porta sempre con sé.”
  • Seneca: “Tre sono le dimensioni temporali: passato – presente – futuro, di questi solo il passato ci appartiene.”
  • Baudelaire: “C’è solo un modo di dimenticare il tempo: impiegarlo.”
  • Manzoni: “L’intima gioia deriva dal dovere compiuto.”
  • Aristotele: “L’amore è composto da un’unica anima che abita due corpi.”
  • Gene Wolfe: "Nessun uomo vive a lungo quando muoiono i suoi sogni". 
  • A. Polito: "Diritto e forza sono agli antipodi."  
  • L. Angeletti: "Le battaglie non si perdono per caso, ma perché non è stata elaborata una strategia ed una tattica efficaci che risolvano il problema e superino gli interessi opposti." 
  • Charles - Maurice de Talleyerand: "Il linguaggio fu inventato in modo che le persone potessero nascondervi reciprocamente i propri pensieri."
  • "La felicità è contagiosa...quindi cerca di essere portatore."
  • Daniel Dennett: "Io sono un filosofo, non uno scenziato, e noi filosofi siamo più bravi a fare domande che a dare risposte."
  • "Dare un senso alle cose per ciò che sono, non essere indifferenti alle differenze."
  • H. Arendt: "...non esiste né il soggetto psichico né il soggetto etico: esiste l'uomo."
  • "La memoria è la storia di una comunità."
  • Pirandello: "Imparerai a tue spese che nel lungo tragitto della vita incontrerai tante maschere e pochi volti."
  • D. Dennett: "L'autostrada della cultura è la capacità di pensare sui propri pensieri, di agire e contraddistingue la persona."
  • Dal film "La ricerca della felicità": "Nella vita incontrerai tre tipi di persone:
  1. quelle che ti cambieranno la vita;
  2. quelle che ti rovineranno la vita;
  3. quelle che saranno la tua vita."
  • Armando Masucci: Chiedi "Chiedi alla polvere dove va la mia vita. Chiedi al vento dove urla il mio dolore. Chiedi alle stelle dove finisce la mia luce, ma non chiedermi mai come faccio a vivere senza di te."
  • G. Limone: "Il bambino è il padre della metafora, il re del presente e il primogenito dell'infinito."
  • "Lo sguardo vede ciò che l'anima sogna."
  • Alexandre Cuissardes: "Tutti vorrebbero l'ITALIA, pochi vorrebbero gli italiani."
  • Ada Roggio: "Chi si crede furbo, chi deride la gente, chi prende a calci chi lo ama, chi prende a schiaffi la vita, ha poca stima di se stesso."
  • Salomè Da Silva: "L'ignoranza è la prigione più claustrofobica che si possa abitare."
  • Flory Brown: "Amarti è sublime!" 
  • Susan Randall: "L'amore indossa un unico colore, e quel colore è universale!"
  • Cesare Pavese: "I matrimoni felici paiono pochi, perché i romanzieri non si ritrovano in un matrimonio felice."
  • Silvana Stremiz: "Hai veramente sedotto un uomo quando seduci la sua anima."
  • Sören Kierkegaard: "Un calcolo intellettuale è sempre temporale."
  • G. Limone: "...il filosofo non sta insieme agli altri, genera idee nuove e riesce a pensare più oltre...gli uomini normali sono colonizzati dal presente e non riescono a guardare oltre." (dal discorso tenuto a Vatolla -SA- nel 2005 in occasione del Convegno UIL sullo storicismo vichiano) 
  • Papa Bergoglio: "Sì, c'è la famiglia, la scuola, la cultura, però il bambino è solo!"
  • Giuseppe Limone: PINO DANIELE ARRIVEDERCI

"Avevi

nella chitarra sei corde

che come un'unica famiglia vibrava:

Napoli

la rabbia

il dolore

la fanciullezza

la disperazione

l'amore."

  • Davide Bianco: "...essere meridionale significa avere l'ospitalità nel cuore."
  • Roberto Gervaso: "L'italiano non si organizza, si arrangia."
  • Fabio Baldas: "In Italia la questione arbitrale è più importante della questione meridionale."
  • Catherine Deneuve: "Gli italiani hanno solo due cose per la testa: l'altra sono gli spaghetti."
  • Carmelo Barbagallo: "La democrazia non si esporta con i carri armati ."
  • Carmelo Barbagallo : "Il mondo è cambiato, anche noi dobbiamo cambiare."
  • COMMENTARIORUM IN SOMNIUM SCIPIONIS - 6° libro di Cicerone del "De Republica" in cui Cicerone si occupa di mostrare come gli uomini di Stato che intendono perseguire l'amore per la patria, per la giustizia e la filantropia, non debbano attendersi di ricevere in vita l'approvazione ed il sostegno morale di tutti i Cittadini. Ad essi spetta la gloria immortale nella prospettiva dell'eternità.
  • G. Limone: "La vita è come l'eterno, perché l'eterno non precede e non segue il tempo."
  • G. Limone da "Le ceneri di Pasolini": "Il cielo era lucente, le anime nere di pece. Non c'era tempo da perdere. Svenò all'improvviso le acque della terra e attese. Riguardò gli uomini e pensò. Cercò nei loro corpi le vene dei rimpianti e dei rimorsi, per farli risalire alle sorgenti dell'anima come salmoni." 
  • James Joyce: "Si può passar sopra a un morso di lupo, ma non a un morso di pecora." 
  • M. Montessori: "Io ricordo una bambina di 2 anni, che, messa davanti ad una statuina del Bambino Gesù, disse: "Questa non è una bambola"."
  • I. Calvino: "...in margine al costume corrente, senza altra pretesa che di vivere la propria diversità, di sentirsi dissimile da tutto il resto...per essere immagine di qualcosa che le parole non sanno più dire..." (Racconti e apologhi sparsi) 
  • G. Limone: "Dio creò il mondo. Ma, creando l'uomo, lasciò i ferri nel corpo del creato." 
You are here: Stampa Pillole di massime celebri